sabato 28 settembre 2013

pesto



Se chiedete in giro a Genova o in tutta la Liguria, ognuno vi darà la sua ricetta “originale” su come fare questa salsa fredda diventata famosa in tutto il mondo, gli ingredienti da usare variano da casa in casa, c'è chi vi dirà che ci vuole l'olio, o i pinoli, o le noci, o il pecorino romano, o il pecorino sardo, o il parmigiano padano, o il parmigiano reggiano.

questa è la mia personale versione:

Ingredienti
basilico
olio extra vergine di oliva (potete usare anche quello di oliva se preferite un gusto meno forte)
Parmigiano padano (o reggiano è più forte)
sale qb
Pecorino grattugiato, (facoltativo se piace)
Aglio
pinoli

procedimento
Una volta si faceva con il mortaio, oggi possiamo farlo anche con il frullatore, bisogna però fare attenzione non bruciare le foglie con qualche accorgimento si può evitare che possano ossidare.

Mettere nel frullatore una generosa quantità di olio, pinoli, parmigiano, pecorino e aglio.
Frullare e aggiungere poco alla volta le foglie di basilico, ed eventualmente altro olio se il composto risulta troppo denso, il sale (servirà a non far annerire le foglie di basilico).

Personalmente quando uso il frullatore, per fare il pesto, ho l'abitudine di non far girare ininterrottamente per tutto il processo di sminuzzamento l'elettrodomestico, ma spengo e riaccendo a intervalli regolari, in questo modo la salsa acquista una consistenza migliore e non si rischia che le lame girando così forte la brucino.

Il pesto è una salsa che si conserva nel frigo per qualche giorno, l'importante è ricoprire la sua superficie con olio ogni volta che ne farete uso, altrimenti annerisce.

Nessun commento:

Posta un commento

ti potrebbe interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...