venerdì 15 novembre 2013

Panettone a modo mio



ingredienti:

dose per due panettoni di circa 700 grammi



530 grammi di farina 00

200 grammi di burro

225 grammi di zucchero

250 grammi di uvetta sultanina

30 grammi di pinoli

100 grammi di macedonia di canditi

75 ml di latte

75 ml di acqua

1 uovo medio

una fialetta di fiori d'arancio

mezza bustina di lievito



Procedimento:



Preparate prima tutti gli ingredienti, vi verrà più facile in questo modo procedere nella lavorazione.



Mettete l'uvetta in ammollo per almeno dieci minuti in acqua tiepida, poi strizzatela bene e tenetela da parte.



Mettete la farina lo zucchero e il burro in una planetaria (essendo un impasto abbastanza morbido un robot da cucina vi aiuterà sicuramente, se non ne siete provvisti dovrete procedere manualmente stando molto attenti a non aggiungere farina più del necessario altrimenti il panettone rimarrà più asciutto).

Usate il gancio per lavorare l'impasto.

Dopo che avrete lavorato la farina, il burro e lo zucchero assieme aggiungete l'uovo, continuate a lavorare con il latte e l'acqua, l'essenza di fiori d'arancio e infine tutti gli altri ingredienti in sequenza, formate un impasto omogeneo.

Se notate che è troppo appiccicoso unite ancora poca farina.

Un consiglio prima di inserire l'uvetta ricordatevi di passarla nella farina e successivamente setacciarla in questo modo non si depositerà sul fondo durante la cottura.





Prendete una tavola da impastare, spolveratela di farina così che l'impasto non vada ad appiccicarsi, versatelo sopra e dividetelo formando due palle della stessa grossezza, con le mani dategli una forma rotonda appiattendole leggermente.

Trasferite i due impasti in due teglie di alluminio usa e getta del diametro di 21/22 cm ponete sul fondo la carta da forno e adagiatevi sopra l'impasto fate al centro una croce.

Infornate a 180 gradi forno statico per un'ora e più, controllate bene la cottura premendo leggermente sulla superficie del dolce, se oppone resistenza allora è cotto.





A questo punto per far si che l'umidità fuoriesca non appoggiate i panettoni su di una superficie piana ma suggerisco di metterli su di una grata .



Lasciateli raffreddare bene.

Il panettone è meglio farlo riposare e non mangiarlo il giorno stesso sarà ancora più buono i giorni successivi, è sufficiente conservarlo in un sacchetto per alimenti sigillato, in modo da mantenere l'umidità e la morbidezza altrimenti all'aria seccherebbe troppo.







Ricetta rivisitata

2 commenti:

  1. buonissimo! ma questo è come quello genovese! bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del complimento.
      Si è quello genovese rivisto a modo mio per poterlo realizzare a casa con i nostri modesti forni.

      Elimina

ti potrebbe interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...