lunedì 6 gennaio 2014

polpette con ricotta e carciofi



ingredienti:

un porro
2 uova
prezzemolo qb
5 cucchiai di pane grattugiato per il ripieno

1 scalogno
2 spicchi di aglio
3 carciofi medi
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di maggiorana secca
250 grammi di ricotta
sale qb

pane grattugiato qb per le polpette
olio per friggere (meglio di arachidi)

Procedimento:

Pulite i carciofi privandoli delle foglie esterne più dure, tagliateli in quattro privateli della barbetta e metteteli a bagno in acqua con del succo di limone servirà a non farli annerire.
Tritate lo scalogno finemente.
Sbucciate l'aglio e tenetelo intero schiacciandolo leggermente.

Pulite il porro e tagliatelo piuttosto finemente.
Tritate qualche foglia di prezzemolo.

Ora che avete tutti gli ingredienti pronti prendete una padella piuttosto capiente ponete al suo interno, lo scalogno, un filo d'olio, il porro, l'aglio, i carciofi che avrete colato in precedenza e tagliato a listarelle sottili e la maggiorana, soffriggete il tutto per pochi minuti aggiungete poi un bicchiere scarso di acqua, il prezzemolo e aggiustate di sale.
Lasciate cuocere alcuni minuti in modo che i carciofi si ammorbidiscano.
A cottura ultimata levate gli spicchi d'aglio e lasciate raffreddare bene.


Trasferite poi il contenuto della padella in un recipiente di media grandezza, aggiungete ora gli altri ingredienti rimasti, le uova, il parmigiano, il pane grattugiato e la ricotta aggiustate assaggiando se occorre nuovamente di sale.
Amalgamate bene tutti gli ingredienti e riponete in frigorifero, si può preparare il ripieno anche comodamente il giorno prima perché stando a riposare acquisterà di sapore e bontà.

A questo punto potete procedere a realizzare le polpette passandole nel pane grattugiato.
Potete realizzarle della grandezza che gradite l'importante è cercare di dare loro una forma e grandezza uniforme così da avere lo stesso tempo di cottura.

Prendete un'altra padella con bordi piuttosto alti ponete al suo interno l'olio per friggere portatelo ad una temperatura di circa 180 gradi se non siete muniti di un termometro basterà prendere un pizzico di pane grattugiato e versarlo nella padella se frigge l'olio è pronto.

Friggete e colate, potete gustare le polpette sia calde, tiepide, oppure a temperatura ambiente.

Possono essere una valida alternativa anche per il giorno dopo da portare in ufficio o come pranzo veloce e pratico.

4 commenti:

  1. Mi piacciono!! Questi sono i tipi di pietanze per cui vado matta! Bravissima Giorgia e grazie per questa condivisione ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie molto gentile, anch'io adoro le polpette.

      Elimina
  2. Adoro le polpette e le polpettine di ogni genere, soprattutto se vegetali. In famiglia dobbiamo limitare l'uso delle uova, per via del colesterolo e allora spesso uso il miglio per realizzare le mie! Grazie per l'ottimo spunto! Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao sono contenta di esserti stata utile buona giornata

      Elimina

ti potrebbe interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...