venerdì 31 gennaio 2014

Baci di dama Piemontesi



I baci di dama sono dei biscottini di forma sferica con un delizioso ripieno di cioccolata e sono originari del piemonte in particolare della zona di tortona dove nacquero a fine ottocento.

I baci di dama piemontesi in origine prevedevano l'uso delle mandorle anche se nel limitrofo cuneese venivano prodotti con le nocciole delle langhe, frutta più economica e meno sofisticata delle mandorle che all'epoca aveva dei costi elevatissimi.

Una versione dei baci di dama più recente, di origine ligure, invece, aggiunge il cacao anche all'impasto della frolla creando così dei baci di dama neri.

Sono numerose le varianti dei baci di dama, c'è chi aggiunge la scorza di arancia, chi li farcisce con la marmellata, chi usa il cacao nell'impasto etc..


ingredienti:
per 4 persone

140 grammi di farina 00
100 grammi di burro a temperatura ambiente
un pizzico di sale
100 grammi di zucchero
60 grammi di farina di mandorle
60 grammi di farina di nocciole
25/30 grammi di cioccolato fondente

Procedimento:

Sulla tavola da impastare lavorate il burro con la farina, con la tecnica della sabbiatura (sgretolare il burro con la farina utilizzando i polpastrelli).
Formate la classica fontanella e aggiungete le farine di mandorla e nocciola, lo zucchero e un pizzico di sale. Lavorate il tutto, inizialmente incontrerete un pochino di difficoltà ad amalgamare  ma con un poco di pazienza riuscirete ad impastare per bene il tutto.

Ottenuto un impasto omogeneo riponetelo in frigo avvolto da pellicola trasparente per alimenti per almeno un'ora, deve compattarsi bene e dare il tempo al burro di raffreddarsi nuovamente.

Dopo il riposo in frigo procedete a realizzare i baci.
Vi consiglio di prendere una piccola quantità di impasto in mano e dare ad esso una forma cilindrica regolare se possibile, staccate da esso delle piccole porzioni in modo da formare delle palline leggermente più grandi di una nocciola, aiutatevi con il palmo delle mani. Fate attenzione perché tenderanno a sgretolarsi leggermente, non dovete schiacciare ma roteare delicatamente. Sarà durante la cottura che prenderanno la classica forma a cupoletta.

È importante che le palline siano tutte uguali il più possibile perché dovranno avere una crescita e cottura uniforme se risulteranno diverse avrete poi difficoltà ad assemblarle assieme alla cioccolata.

Disponetele su di una leccarda foderata di carta da forno leggermente distanziate fra loro.

Infornate a forno statico 160 gradi per circa 20/25 minuti (la cottura dipenderà e varierà in base alla grossezza delle palline).

Sciogliete a bagnomaria o in forno a microonde il cioccolato e lasciatelo intiepidire.

Sfornate i baci, prendete la carta da forno e spostateli su una superficie fredda. Non prendeteli con le mani altrimenti si sgretoleranno.



Una volta raffreddati componete i baci con la cioccolata interposta alle due parti.

3 commenti:

  1. Ciao Giorgia eccomi qua, davvero bello il tuo blog complimenti grandissimi !! Interessante la ricetta dei Baci di Dama (se ci riesco la rielaboro poi scriverò sul blog se l'esperimento è andato a buon fine ;) ... per ora un salutone !
    Rita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille sei davvero gentilissima quando decidi di rielaborarli fammi sapere buona giornata.

      Elimina
    2. Prego grazie a te.
      Contaci (non appena riesco a finire quel mio lavoretto che mi piacevolmente occupando in questi giorni) mi cimento né come dicono a Tourin !

      Elimina

ti potrebbe interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...