venerdì 28 febbraio 2014

crostata farro ricotta e mele




Con la farina di farro si possono fare molti prodotti di panificazione come pane piadine, crackers e grissini, anche dolci come torte, crostate, biscotti e torte salate oppure crêpes, non dimentichiamo la pasta fatta in casa.
La farina di farro ha un sapore più deciso rispetto alla farina di frumento ed è di colore più scuro.
Rispetto agli altri cereali, il farro presenta un apporto calorico inferiore, ha un elevato contenuto di fibre che, insieme alla sua notevole capacità di assorbire acqua, lo rende un alimento saziante e leggermente lassativo ed è ricco di proteine, vitamine del gruppo B.

mercoledì 26 febbraio 2014

tortilla con patate, porro e pancetta



Ingredienti:
per 4 persone

8 uova
100 grammi di pancetta a fettine
parmigiano qb
mezzo porro
3 patate media grandezza
sale qb
pepe qb
olio extravergine d'oliva

Preparazione:

Prendete una padella capiente, mettete un pochino d'olio e il porro (tagliato fine) a soffriggere. Aggiungete la pancetta per alcuni minuti e aggiustate di sale e pepe, spegnete e lasciate raffreddare.

sabato 22 febbraio 2014

spaghetti all'Amatriciana



Gli Spaghetti all’Amatriciana sono un piatto della tradizione gastronomica e culinaria del nostro paese. Questo piatto si fonda su ingredienti tipici e su una preparazione semplice, ma nello stesso tempo meticolosa sia nelle operazioni sia nell’uso di utensili particolari, come, ad esempio, la padella di ferro per cuocere la salsa.
La ricetta tradizionale della pasta all’amatriciana nasce con il condimento in bianco e solo alla fine del 1700, con l’avvento del pomodoro, il piatto è preparato con gli stessi ingredienti e l’aggiunta del pomodoro.
Ingredienti:
per 4 persone
500 g di spaghetti

125 g di guanciale di Amatrice
un cucchiaio di olio di oliva extravergine
un goccio di vino bianco secco
6 o 7 pomodori San Marzano o 400 g di pomodori pelati
un pezzetto di peperoncino
100 g di pecorino di Amatrice grattugiato
sale qb.
olio extra vergine qb

Preparazione:

Prendete una padella piuttosto capiente (la tradizione suggerisce una padella in ferro), mettete l'olio, e il guanciale tagliato a pezzetti, e il peperoncino rosolate per alcuni minuti a fuoco moderato e sfumate con il vino.

venerdì 21 febbraio 2014

polpettine di Giorgia con salsa di soia





Ingredienti:
Per 6 persone

Per le polpette:



400 grammi di macinata manzo
2 uova
100 grammi di mortadella
100 grammi di parmigiano padano grattugiato
3 fette di pane raffermo oppure da toast
1 cipolla non troppo grande
pane grattugiato qb
maggiorana qb
latte qb
sale qb
olio per friggere (meglio se di arachidi)
2 spicchi di aglio non troppo grossi (togliete sempre l'anima resterà più digeribile)




Per la salsa alla soia:
3 cucchiai di soia
250 grammi di brodo caldo (meglio se di pollo o vegetale)
1 cucchiaio di farina di riso (va bene anche la farina normale o la fecola di patate)
sale qb
burro (poco più di una noce)

(ricetta personale)




mercoledì 19 febbraio 2014

Le mie ciambelle fritte



Oggi vi propongo la mia maniera di cucinare le ciambelle fritte che sono sicuramente una tra le ricette dal mondo più apprezzate.


ingredienti:

500 grammi di farina 00
330 ml di latte
25 grammi di lievito di birra
2 cucchiai di zucchero
scorza di arancia grattugiata
mezzo cucchiaio di strutto
un cucchiaino e mezzo di sale
un uovo intero

zucchero semolato qb per guarnire
olio di arachidi per friggere

Se desiderate fare queste ciambelle al forno consiglio di aggiungere agli ingredienti ancora 2 cucchiai di zucchero in più e una grattugiata ancora di mezzo arancio per arricchire di sapore il tutto.

Procedimento:

Intiepidite leggermente il latte (altrimenti se lo scaldate troppo rischiereste di far morire il lievito), aggiungete il lievito e lo zucchero, sciogliete e amalgamate il tutto per bene. Lasciate riposare per qualche minuto fino a ché in superficie non si formerà una leggera schiuma.

lunedì 17 febbraio 2014

Frittatine di recupero



ingredienti:
per 3-4 persone:

150 grammi di ripieno per ravioli

3 uova
4 cucchiai di parmigiano
sale qb
olio extra vergine di oliva

Procedimento:

Prendete un recipiente mettete al suo interno il ripieno, aggiungete le uova, il parmigiano e aggiustate di sale mischiate cercando di sgranare il ripieno e amalgamando bene il tutto.

Prendete una padella piccola aggiungete al suo interno un filo di olio e portate sul fuoco a fiamma moderata.

Adagiate il ripieno allargandolo leggermente a formare delle piccole frittatine lasciate rassodare la parte bassa e girate quando sarà dorata da ambo i lati ponetela su di un piatto con carta assorbente e proseguite alla cottura della successiva e così via fino ad esaurimento.

A questo punto impiattate e servite.



Queste frittatine possono essere gustate calde oppure a temperatura ambiente o possono diventare una valida alternativa magari in mezzo ad un panino come pranzo veloce o da portare in ufficio.

giovedì 13 febbraio 2014

biscotti cuore di panna



ingredienti:



250 ml di panna da montare
350 grammi di farina 00
150 grammi di zucchero
una bustina di lievito
un pizzico di sale

Procedimento:



Prendete una tavola da impastare e mettete su di essa la farina, formate un buco piuttosto ampio al centro e ponetevi il lievito, lo zucchero, cominciate a lavorare il tutto inserendo la panna e facendo attenzione che non fuoriesca dalla fontana.

Lavorate bene fino a rendere l'impasto omogeneo.

Formate una palla e fatela riposare per circa 20 minuti avvolta da pellicola trasparente per alimenti.


mercoledì 12 febbraio 2014

vol au vent



Per la realizzazione di questi vol au vent ho utilizzato la pasta sfoglia con il metodo Montersino che trovate descritta dettagliatamente a questo link.


Prendete un pezzo di pasta sfoglia, ponetela su di una tavola da impastare e stendetela con il mattarello (decidete voi quanta usarne a seconda di quanti vol au vent volete realizzare).

pasta sfoglia




Per una sfoglia di circa 925 grammi
 
ingredienti:
Per il panetto:
110 grammi di farina 00
375 grammi di burro

Per il pastello:

265 grammi di farina 00
7 grammi e mezzo circa di sale
165 ml di acqua a temperatura ambiente

Procedimento
Per la realizzazione del panetto:

Impastate la farina con il burro, senza lavorarli troppo, formate un panetto quadrato, appiattitelo e ponetelo in frigo per un'ora circa.

sabato 8 febbraio 2014

filetti di merluzzo in umido




ricetta personale

ingredienti per 3 o 4 persone


3 filetti di merluzzo
100 grammi di olive verdi
sale qb
olio extra vergine di oliva
150/200 grammi do passata di pomodoro
1 cucchiaino di capperi
1 cipolla di media grandezza
1 carota
1 gambo piccolo di sedano
uno spicchio d'aglio
prezzemolo qb
pepe qb
 

Procedimento:

Tritate la cipolla, carota , sedano assieme e tenete da parte.
Tritate l'aglio al quale avrete tolto l'anima (resterà più digeribile) e il prezzemolo e tenete da parte.
Prendete una padella capiente ponete al suo interno l'olio e i sapori precedentemente tritati soffriggeteli per pochi minuti e aggiungete le olive e i capperi.

mercoledì 5 febbraio 2014

Ciambellone allo yogurt




Per realizzare il ciambellone allo yogurt occorre

Ingredienti:
per 6 persone

3 uova
125 grammi di yogurt
180 grammi di zucchero
3 etti di farina “00”
mezzo bicchiere di olio di semi
una bustina di lievito
scorza di limone grattugiata

Procedimento:

Separate gli albumi dai tuorli, e montateli a neve con un pizzico di sale.
Lavorate i tuorli con lo zucchero fino a rendere il composto soffice, aggiungete poi lo yogurt, l'olio, e la farina che avrete setacciato insieme al lievito, la scorza del limone grattugiata e lavorate tutto.

A questo punto procedete ad aggiungere gli albumi montati aiutatevi con l'apposita paletta per dolci e lavorate dal basso verso l'alto.

domenica 2 febbraio 2014

Spezzatino a modo mio



ingredienti: 
per 4 persone
500 grammi di carne di manzo
6 patate di media grandezza
2 cucchiai abbondanti di concentrato di pomodoro
sale qb
2 spicchi di aglio
rosmarino qb
1 cipolla di media grandezza
un bicchiere di vino rosso
olio extra vergine di oliva

Suggerimento:
Per quanto riguarda la carne potete comprare sia un pezzo intero che andrete a tagliare voi successivamente (se decidete di tagliarla voi ricordate che la carne ha un suo verso per cui se andate contro filo rimarrà dura) oppure se avete un macellaio di fiducia potete farvela tagliare sul momento.
I pezzi indicati per lo spezzatino sono diversi sottopaletta, perfilo o brutto ma buono, matamà all'inizio, nocetta o gallinetta di coscia, filetto francese o copertina di spalla questi sono i più indicati ovviamente il nome potrebbe variare da città a città.

ti potrebbe interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...