domenica 2 febbraio 2014

Spezzatino a modo mio



ingredienti: 
per 4 persone
500 grammi di carne di manzo
6 patate di media grandezza
2 cucchiai abbondanti di concentrato di pomodoro
sale qb
2 spicchi di aglio
rosmarino qb
1 cipolla di media grandezza
un bicchiere di vino rosso
olio extra vergine di oliva

Suggerimento:
Per quanto riguarda la carne potete comprare sia un pezzo intero che andrete a tagliare voi successivamente (se decidete di tagliarla voi ricordate che la carne ha un suo verso per cui se andate contro filo rimarrà dura) oppure se avete un macellaio di fiducia potete farvela tagliare sul momento.
I pezzi indicati per lo spezzatino sono diversi sottopaletta, perfilo o brutto ma buono, matamà all'inizio, nocetta o gallinetta di coscia, filetto francese o copertina di spalla questi sono i più indicati ovviamente il nome potrebbe variare da città a città.

 

Procedimento:

Tritate finemente la cipolla.
Tritate finemente l'aglio al quale avrete tolto l'anima (resterà più digeribile) insieme al rosmarino.
Sbucciate e tagliate le patate, cercate il più possibile di tagliarle in modo regolare con la stessa dimensione così cuoceranno uniformemente.

Prendete una pentola capiente e dai bordi alti mettete al suo interno l'olio, la cipolla e la carne rosolatela bene perché il segreto di un buon spezzatino è nel soffritto.
Una volta rosolata andate ad aggiungere il concentrato che avrete diluito un pochino con dell'acqua, mescolate e aggiungete l'aglio e il rosmarino, successivamente il vino e sfumate a fuoco vivace.
Aggiungete poi acqua calda (perché se fosse fredda bloccherebbe la cottura e questo no va bene), le patate e aggiustate di sale, proseguite la cottura e se occorre aggiungete ancora un pochino di acqua (questo se vedete che tende ad asciugare troppo e lo spezzatino non dovesse essere ancora cotto).
Quando lo spezzatino ha raggiunto la giusta consistenza spegnete e lasciate riposare un pochino prima di servire.
Un consiglio questo piatto acquisterà sicuramente in sapore e bontà se verrà preparato con largo anticipo potrete poi successivamente riscaldarlo avendo cura di lasciarlo leggermente meno ristretto altrimenti rischierete durante la fase di riscaldamento di bruciarlo.


Nessun commento:

Posta un commento

ti potrebbe interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...