giovedì 27 novembre 2014

omini di pan di zenzero





Gli omini di pan di zenzero o gingerbread sono nati in Armenia, per poi essere esportati in Europa dai Monaci armeni nel 992 d.C. per poi diffondersi successivamente in Francia e in Germania.
Esiste una versione speziata al pepe detta pfefferkuchen che proviene dalla Svezia e dalla Gran Bretagna.
Nel 1793 la città dello Shropshire in Inghilterra scelse proprio l'omino di gingerbread come simbolo della città.
Vengono preparati con diverse spezie a seconda della zona ovviamente l'ingrediente principale resta sempre lo zenzero.

lunedì 24 novembre 2014

cupcakes



Ingredienti:


160 grammi di farina 00 setacciata
200 grammi di zucchero
80 grammi di olio di semi
un cucchiaino di estratto di vaniglia
un cucchiaino colmo di lievito
un pizzico di sale
2 uova
120 ml di latte intero a temperatura ambiente


Procedimento :
Mescolate tutti gli ingredienti escluse le uova e il latte nella planetaria con gancio a foglia a bassa velocità per due minuti.
Non sbattete troppo altrimenti l'impasto diventerà gommoso.

sabato 22 novembre 2014

i miei anicini






Gli Anicini o Anexin in dialetto Genovese sono biscotti all'anice sono tipici della zona di Genova e l'usanza di consumarli a Natale, intinti nel vino, risale al quattrocento.




Ingredienti:


500 g di farina 00
400 g di zucchero
5 uova intere
5 albumi
un cucchiaino di lievito per dolci
essenza di anice per dolci
sale

giovedì 20 novembre 2014

torta di nocciole



La ricetta di questa torta è presa dal forum dello Chef Sergio Maria Teutonico.
Per visualizzarlo cliccate su: CIBO VINO, seguite anche il Blog CIBO VINO, dove troverete oltre alle ricette consigli utili.
La realizzazione è molto semplice occorrono pochi ingredienti ed è veloce da preparare. Il risultato sarà una torta, leggera e soffice dove la presenza della nocciola la rende particolarmente buona.

domenica 16 novembre 2014

torta salata con zucca, zenzero e rosmarino



Ingredienti:
 
4 etti di zucca tagliata a cubetti

2 scalogni piccoli
tre uova
250 g. di ricotta
pasta sfoglia 450/500 gr. (altrimenti due rotoli già pronti)
un cucchiaio scarso di zenzero
40 g. di burro chiarificato
pepe qb.
6 cucchiai di parmigiano



Procedimento:

Prendete una padella capiente, ponete al suo interno lo scalogno, precedentemente tritato, il burro chiarificato (se desiderate farlo Voi seguite questo link: *il burro chiarificato*), il rosmarino intero. Fate rosolare aggiungete poi la zucca, il sale, il pepe, lo zenzero e ultimate la cottura. Basteranno pochi minuti, la zucca deve rimanere piuttosto al dente.
Se occorre aggiungete un pochino di acqua.

giovedì 13 novembre 2014

torta mocaccina



Questa torta è stata presentata a Bake Off Italia, le queste dosi e il procedimento sono prese direttamente dalla pagina ufficiale. 
Io mi sono limitata a riprodurla, e le foto sono della mia realizzazione.

lunedì 10 novembre 2014

dolcetti di pasta di mandorle






Questi dolcetti sono preparati con pasta di mandorle, chiamata anche Pasta Reale, di origine Siciliana, ma diffusa in molte regioni italiane. Si presta molto per dolci duraturi che non necessitano di refrigerazione. Sono ideali da accompagnamento a fine pasto, per il tè del pomeriggio o semplicemente con un buon caffè.

sabato 8 novembre 2014

kranz




Ingredienti:
per circa 20 kranz

mezzo chilo di pasta sfoglia
mezzo chilo di pasta brioche
150 gr. di confettura di albicocche
80 gr. di uvetta
80 gr. di scorza di arancia candita a cubetti
granella di zucchero (facoltativa)


Preparazione:

Preparate la pasta sfoglia seguendo questo link *la pasta sfoglia*
Preparate la pasta brioches seguendo questo link *la pasta brioche*


mercoledì 5 novembre 2014

coniglio allo zafferano




Per l'uomo, il coniglio è una fonte alimentare di carne bianca e magra, quindi adatta alla maggior parte delle esigenze nutrizionali.
La carne di coniglio è estremamente magra e poco calorica; possiede un'ottima percentuale di proteine ad alto valore biologico e parallelamente una quantità di colesterolo molto bassa.
È estremamente magra e poco calorica; possiede un'ottima percentuale di proteine ad alto valore biologico e parallelamente una quantità di colesterolo molto bassa.
È  un alimento ipoallergenico; ciò significa che statisticamente le sue proteine non sono quasi mai oggetto di allergia alimentare, ragion per cui è parecchio utilizzato nella formulazione degli omogeneizzati destinati all'alimentazione dell'infante.

Ingredienti:


un coniglio di circa 1,3 kg
2 cipolle di media grandezza
2/3 spicchi di aglio
250 ml di vino bianco secco
sale
olio di oliva qb.
alloro
pepe nero
un cucchiaino di paprika in polvere (forte)
timo



Procedimento:


Tagliate le cipolle a fettine piuttosto sottili.
Mettete lo zafferano a sciogliere con poca acqua tiepida.
Tritate l'aglio finemente (consiglio di levare l'anima così resterà più digeribile).
Prendete una padella capiente e mettete al suo interno 2/3 cucchiai d'olio, la cipolla e l'aglio fate rosolare per qualche minuto.

sabato 1 novembre 2014

croissant francesi farciti con le Gruyère e salumi




Pertecipare al contest #noiCHEESEamo mi ha dato l'opportunità di conoscere meglio due formaggi svizzeri DOP molto apprezzati in tutto il mondo, le Gruyère protagonista di questa ricetta mentre l'emmentaler l'ho usato per un risotto (qui il link).

Già a prima vista i due formaggi presentano alcune differenze; l'emmentaler è il formaggio svizzero che tutti conoscono con i caratteristici grossi buchi che nascono durante la fermentazione del formaggio. Ha una colorazione di un giallo paglierino, un profumo ed un sapore dolciastro. 
Le Gruyère ha un aspetto più compatto, privo di buchi e con una colorazione leggermente più chiara, ha un profumo intenso e un gusto più deciso.
Entrambi i formaggi si prestano ad essere gustati freddi a pezzetti o a fette con un buon pezzo di pane, in questa ricetta ho usato le Gruyère per arricchire i croissant francesi ma anche utilizzati entrambi a piacimento per arricchire un buon piatto caldo, come ho fatto per il risotto con l'emmentaler.

 

Ingredienti:
 
per una trentina di croissant

800 gr di farina di manitoba
25 gr di lievito di birra
250 ml di acqua
200 ml di latte
15 gr di sale
50 gr di zucchero


450 gr di burro (per le pieghe)

Per la farcitura:
le Gruyère Dop
Salame finocchiona
mortadella 


Procedimento:


La preparazione dell'impasto va fatta la sera prima.

In una ciotola fate sciogliere il lievito in acqua.

In una planetaria mettete tutti gli ingredienti (tranne il burro), cominciate ad impastare aggiungendo a più riprese l'acqua con il lievito sciolto. Lavorate il tutto per circa 20 minuti, quando l'impasto è ben amalgamato toglietelo dalla planetaria mettetelo in un sacchetto di nailon e riponetelo in frigorifero e fatelo riposare per tutta la notte.

ti potrebbe interessare anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...